Contenuto principale

Messaggio di avviso

Da quando si applica?

L'imposta si applica dal 1° ottobre 2015.

A cosa è destinata?

Per disposizione legislativa, l'imposta è destinata a finanziare gli interventi in materia di turismo compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, la manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali, nonché i relativi servizi pubblici locali.

Quando si applica?

L'imposta si applica a ogni alloggiamento (cioè per ogni persona e per ogni soggiorno), fino ad un massimo di 5 pernottamenti consecutivi, con riferimento alla tipologia delle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere che si trovano nel territorio del Comune di Malgrate.

Quanto si paga?

Con la deliberazione n. 15 del 31 marzo 2015 la Giunta comunale ha approvato le tariffe, valide anche per l’anno 2016.

pdf Tariffe imposta soggiorno 2016 (31 KB)  (.pdf - 31KB)

Chi paga e quando?

Chi alloggia nelle strutture ricettive che si trovano nel territorio del Comune di Malgrate, versa l'imposta al gestore entro e non oltre il momento della partenza.

Ci sono riduzioni?

Per i pernottamenti che vengono effettuati nel periodo compreso tra il 1 novembre ed il 31 marzo l'imposta é dovuta in misura ridotta del 50%.

Chi è esente?

Sono esenti dal pagamento dell'imposta di soggiorno:

  • gli iscritti all'anagrafe dei residenti del Comune di Malgrate;
  • i pernottamenti successivi al quinto giorno;
  • i minori fino al compimento del 14° anno di età;
  • il gestore della struttura ricettiva, i suoi famigliari, i dipendenti ed altri collaboratori che
    alloggiano nella struttura ricettiva, seppure non residenti nel Comune di Malgrate;
  • gli appartanenti alle forze armate e ai corpi di polizia, che pernottano per ragioni di servizio;
  • i soggetti che assistono degenti ricoverati presso le strutture sanitarie accreditate site nel Comune di Lecco, in ragione di un accompagnatore per paziente. L'esenzione è subordinata alla presentazione di apposita autocertificazione;
  • i volontari della protezione civile provinciale, regionale e nazionale e gli appartenenti alle associazioni di volontariato, in caso di calamità e grandi eventi individuati dall'Amministrazione.

Quali sono gli obblighi dei gestori?

I gestori delle strutture ricettive ubicate nel Comune di Malgrate sono tenuti:

  • a informare, in appositi spazi, i propri ospiti dell’applicazione, dell’entità e delle esenzioni dell’imposta di soggiorno.
  • a dichiarare al Comune, anche per via telematica, entro quindici giorni dalla fine di ciascun trimestre solare (quindi entro il 15 aprile, 15 luglio, 15 ottobre e 15 gennaio) il numero di coloro che hanno pernottato presso la propria struttura nel corso del trimestre, il relativo periodo di permanenza, il numero dei soggetti esenti, l’imposta dovuta e gli estremi del versamento della medesima, nonché eventuali ulteriori informazioni utili ai fini del computo della stessa.
  • a versare le somme riscosse entro quindici giorni dalla fine di ciascun trimestre solare (quindi entro il 15 aprile, 15 luglio, 15 ottobre e 15 gennaio di ogni anno), mediante bonifico bancario alla tesoreria comunale, Banca Popolare di Sondrio

    Codice IBAN: IT66C0569622900000064087X10

  • a conservare tutta la documentazione relativa all'imposta di soggiorno (dichiarazioni sostitutive di esenzione, dichiarazioni di omesso versamento, ecc.) per almeno 5 anni, ai sensi dell'art. 1, comma 161, D.Lgs. 296/2006).

N.B.: La dichiarazione trimestrale va presentata anche se per il periodo considerato non ci sono stati pernottamenti o ci sono stati pernottamenti di soggetti esenti dal pagamento dell'imposta.

Se un ospite non vuole versare l'imposta?

Il gestore della struttura deve fargli sottoscrivere una dichiarazione e trasmetterla al Servizio Tributi.

Nel caso in cui l'ospite si rifiuti anche di compilare e sottoscrivere la dichiarazione, sarà cura del gestore redigere e firmare la dichiarazione sostitutiva di notorietà in cui si dia evidenza della circostanza e si riportino i dati del cliente. La dichiarazione dovrà essere trasmessa al Servizio Tributi.

Sono previste sanzioni per i gestori?

Sarà applicata una sanzione amministrativa da € 25,00 a € 500,00 nei seguenti casi:

  • omessa, incompleta o infedele dichiarazione trimestrale;
  • omesso, ritardato o parziale riversamento della tassa;
  • mancato rilascio quietanza somme riscosse;
  • mancata compilazione e trasmissione modello di rifiuto del versamento.

Quali sono le sanzioni per gli ospiti?

Se l'ospite non versa l'imposta incorre in una sanzione tributaria pari al 30% dell'imposta non versata.

Se il gestore ha versato in eccedenza

Può chiedere il rimborso (termine di prescrizione quinquennale). Non si procede al rimborso dell'imposta per importi pari o inferiori ad euro 12,00 ai sensi della normativa vigente.