Contenuto principale

Messaggio di avviso

Cos'è e come funziona

La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema di comunicazione simile alla posta elettronica standard a cui si aggiungono delle caratteristiche di sicurezza e di certificazione della trasmissione che garantiscono un valore legale ai messaggi.

Il valore legale è assicurato dai gestori di posta PEC del mittente e del destinatario che certificano:

  • data e ora dell’invio del messaggio dal parte del mittente;
  • data e ora dell’avvenuta consegna del messaggio al destinatario;
  • integrità del messaggio (ed eventuali allegati) nella trasmissione da mittente a destinatario.

I gestori di posta assicurano anche notifica al mittente e al destinatario di eventuali problemi occorsi durante la trasmissione.

La PEC è nata con l'obiettivo di trasferire su digitale il concetto di “Raccomandata con Ricevuta di Ritorno”. Ai vantaggi della posta elettronica standard (facilità d’uso, diffusione capillare e velocità di consegna) è stato aggiunto un meccanismo di certificazione dell’avvenuta consegna del messaggio. Rispetto alla posta tradizionale la PEC garantisce velocità di consegna.

La comunicazione ha valore legale solo se inviata da PEC e ricevuta da PEC.

L’indirizzo PEC del Comune di Malgrate è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I messaggi inviati da caselle di posta ordinarie verranno automaticamente rifiutati dal sistema.

In questo caso andranno utilizzati gli indirizzi mail istituzionali degli uffici.

Precisazioni sull'invio della PEC

Per evitare disservizi, è utile fornire alcune precisazioni sull'uso delle PEC:

  • la PEC - Posta Elettronica Certificata – assume validità legale solo se inviata da indirizzi PEC o CEC PAC;
  • il mittente deve sempre indicare nel testo di invio della PEC il proprio nome, cognome e indirizzo;
  • la PEC certifica l’invio e la consegna, tramite le relative ricevute, ha cioè lo stesso valore di una raccomandata con ricevuta di ritorno;
  • la PEC non certifica l’avvenuta lettura del messaggio e dei documenti allegati da parte del destinatario;
  • con la PEC c’è una riconoscibilità certa del mittente e la possibilità di legare in modo certo la trasmissione con il documento inviato.

Gli allegati ai messaggi di PEC, per poter essere correttamente trattati dal nostro sistema di gestione documentale, dovranno rispettare alcune regole tecniche:

  • formato PDF degli allegati;
  • i file devono essere firmati digitalmente o sottoscritti in originale e scansionati;
  • i file firmati digitalmente devono essere dei PDF e non dei Word o altro formato;
  • non deve esserci presenza di punteggiatura (in particolare di punti) nel nome del file;
  • il peso del singolo allegato non deve superare i 10 MB; se necessario, spezzare in più allegati;
  • non inviare cartelle contenenti più allegati;

I file talvolta si corrompono in fase di invio o ricezione. In questi casi l’ufficio di competenza interverrà per richiedere il reinoltro del messaggio.