Contenuto principale

Messaggio di avviso


azzardo azzanna

L'Azzardo Azzanna è il nuovo nome del progetto “NON GIOCHIAMOCI IL FUTURO” co-finanziato da Regione Lombardia sulla Legge Regionale 8/03 e promosso dall’ambito distrettuale di Lecco per sensibilizzare la cittadinanza sul tema del gioco d’azzardo e sulla ludopatia. Il Comune di Lecco (ente capofila) ha aderito all’iniziativa in collaborazione con:

  • il Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci degli altri 87 comuni della Provincia
  • ASL di Lecco
  • Atipica Cooperativa Sociale
  • ASFAT
  • SOLEVOL (160 associazioni)
  • ARCI (28 circoli sulla provincia e oltre 6.000 associati)
  • COODIP
  • AUSER (10 sedi locali)
  • Associazione IL GABBIANO
  • CELAF
  • CSI

“L’azzardo azzanna” nasce da un percorso di lavoro condiviso già intrapreso da alcune realtà territoriali sensibili al tema, che ha portato alla formalizzazione di un Tavolo di coordinamento provinciale permanente per sostenere nel tempo le iniziative di sensibilizzazione, diffusione delle informazioni, sostegno ai giocatori patologici e alle persone a rischio e coinvolgimento di una base sociale trasversale. Il Tavolo rappresenta un luogo stabile di confronto ed elaborazione per lo sviluppo sul territorio di azioni comuni, di cui un esempio è l’elaborazione della Carta dei Valori per sensibilizzare le persone sui pericoli dell’azzardo.

Il progetto ha previsto le seguenti azioni rivolte a diverse tipologie di destinatari a seconda della popolazione (anziani, studenti, gestori di pubblici esercizi, ecc)

A. INFORMAZIONE/COMUNICAZIONE
B. FORMAZIONE
C. ASCOLTO E ORIENTAMENTO
D. MAPPATURA TERRITORIALE
E. “AZIONI NO SLOT”
F. CONTROLLO E VIGILANZA.

Il lavoro dei partner del progetto “Non giochiamoci il futuro” ha prodotto la stesura di una Carta dei Valori delle associazioni e dei cittadini per il contrasto all’azzardo. La Carta dei Valori riconosce il valore educativo e sociale del gioco, distinto dall’azzardo, enuncia alcuni principi contro l’azzardo e infine propone l’assunzione di piccoli impegni concreti.

Sottoscrivi la Carta dei Valori.